TECNOLOGIA SLA

Questa tecnologia, che da sempre soddisfa gli standard in termini di precisione e qualità superficiale, è basata sulla fotopolimerizzazione di una resina liquida. La resina è sensibile alla radiazione ultravioletta emessa da un sofisticato raggio laser che ne traccia forme precise. L’interazione dei due elementi ha come conseguenza la solidificazione del fotopolimero.
Il laser quindi solidifica aree specifiche di ogni livello fino al completamento del modello.
Una volta che il processo di stampa è completato e l’intero oggetto è stato stampato, la stampa viene estratta. Il liquido in eccesso semplicemente scorre via e può essere riutilizzato per altre stampe.
Le parti realizzate vengono private della struttura di supporto (pin), e possono essere eventualmente levigate e rifinite.
L’elevata risoluzione di stampa rende la stampa a tecnologia SLA adatta alla realizzazione di modelli per i quali è necessario un elevato grado di dettaglio. E’ consigliata in particolare per la gioielleria, la bigiotteria e per il settore dentale, anche grazie alla possibilità di stampare utilizzando resine “castable”, flessibili, effetto gomma e rigide.